Ingredienti

ZAZZ è un integratore alimentare a base di brain nutrient: un blend costituito da estratto di radice di eleuterococco, thè verde, ornitina alfa-chetoglutarato e zucchero d’acero, con mio-inositolo ed estratto di ginkgo biloba.

L’Eleuterococco contribuisce alle normali funzioni cognitive e mnemoniche.
Il Ginkgo esplica un’azione antiossidante, in sinergia con il Thè verde, ed è utile per la memoria e le funzioni cognitive.<br>Il Thè verde, inoltre, è utile come tonico adattogeno.

Per la formulazione di ZAZZ sono stati selezionati esclusivamente estratti vegetali standardizzati e di origine controllata. La qualità delle materie prime e la loro ripetibilità sono requisiti determinanti per l’efficacia e la sicurezza del prodotto.

brain nutrient
Memoria, concentrazione e lucidità mentale

Brain Nutrient è un mix esclusivo di componenti nutraceutici specificamente selezionati per favorire le performance fisiche e mentali. A tale scopo sono stati selezionati estratti vegetali e molecole attive tra le più studiate in ambito di gestione dello stress e di performance cognitive, in particolare: ELEUTEROCOCCO, THÈ VERDE, AC. ALFA CHETOGLUTARICO (da ORNITINA ALFA-CHETOGLUTARATO)

eleuterococco
Il fitocomplesso usato dagli astronauti

Le azioni comunemente riconosciute alla pianta sono quella ricostituente e quella tonica/adattogena.  Quest’ultima si può definire come la capacità di intervenire sui meccanismi omeostatici che consentono all'organismo di reagire a situazioni di stress fisico/psicologico e a condizioni ambientali sfavorevoli.
Diversi test hanno dimostrato una significativa azione adattogena dell’estratto con un aumento della resistenza, probabilmente grazie ad un migliorato metabolismo dell’ossigeno. L'eleuteroside E sembra sia il principale responsabile dell’incremento della resistenza allo stress.

Riferimenti Bibliografici

1)Eleutherococciradix. ESCOP monographs-the Scientific Foundation for Herbal Medicine Products-2nd Edition, Supplement 2009.
2)Winterhoff H, Gumbiner HG, Vahlensiek U, Streuer M, Nörr H, Wagner H. Effects of Eleutherococcussenticosuson the pituitaryadrenalsystem of rats. Pharm PharmacolLett 1993; 3:95-98.
3)Collisson RJ. SiberianGinseng (Eleutherococcussenticosus). Br J Phytotherapy. 1991;2:61-71
4)Davydov M, KrikorianAD. Eleutherococcussenticosus(Rupr. & Maxim.) Maxim. (Araliaceae) asan adaptogen: a closerlook. J Ethnopharmacol2000;72:345-93
5)Eschbach LF, Webster MJ, BoydJC, et al. The effectof siberianginseng (Eleutherococcussenticosus) on substrateutilizationand performance. Int J Sport NutrExercMetab2000;10:444-51.
6)Winther K, Ranlov C, Rein E, et al. Russian root (Siberianginseng) improvescognitive functionsin middle-agedpeople, whereasGinkgo biloba seemseffectiveonlyin the elderly. J NeurologicalSci 1997;150:S90.
7)Dowling EA, Redondo DR, BranchJD, et al. Effectof Eleutherococcussenticosuson submaximaland maximalexerciseperformance. MedSci Sports Exerc1996;28:482-9.
8)Asano K, Takahashi T, MiyashitaM, et al. Effectof Eleutherococcussenticosusextracton human physicalworkingcapacity. PlantaMed1986;175-7

Umore e ansia sotto controllo

L’attività di rilassamento mentale indotta dal Thè verde, che si manifesta entro i 40 minuti dall'assunzione orale, non induce però sedazione e mantiene un ottimo stato di veglia e lucidità mentale.
Grazie alla capacità della L-teanina di contrastare l’effetto stimolante della caffeina, questa bevanda è da sempre utilizzata come rilassante.

Riferimenti Bibliografici

1) Yokogoshi H, Kobayashi M, MochizukiM, Terashima T. Effect of theanine, r-glutamylethylamide, on brain monoamines and striatal dopamine release in conscious rats. Neurochem Res 1998;23:667-673.
2) Ito K, Nagato Y, Aoi N, et al. Effects of L-theanine on the release of alpha-brain waves in human volunteers. Nippon Nogeikagaku Kaishi1998;72:153-157.

3)Kakuda T, Nozawa A, Unno T, et al. Inhibiting effects of theanine on caffeine stimulation evaluated by EEG in the rat. Biosci Biotechnol Biochem 2000;64:287-2

4)Juneja LR, Chu D, Okubo T, et al. L-theanine –a unique amino acid of green tea and its relaxation effect in humans. Food Sci Tech 1999;10:199-204.

5)Sakato Y. The chemical constituents of tea: III. A new amide theanine. Nippon Nogeikagaku Kaishi 1949;23:262-267.

6) Yokogoshi H, Mochizuki M, Saitoh K. Theanine-induced reduction of brain serotonin concentration in rats. Biosci Biotechnol Biochem 1998;62:816-817.

ginkgo-biloba
Un neuroprotettore naturale

È dimostrata l’attività di scavenging rispetto ai radicali liberi di questo fitocomplesso che, non solo protegge, ma ripara i danni indotti nella cellula dalla presenza di perossidi. Attività che svolge a livello delle cellule neuronali, dove è dimostrato che l’estratto di Ginkgo è in grado di riparare il danno da ipossia cerebrale, agendo a tutti gli effetti come un neuroprotettore.

Riferimenti Bibliografici

1)Rong Y, Geng Z, Lau BH. Ginkgo biloba attenuates oxidative stress in macrophages and endothelial cells. Free Radic Biol Med 1996;20:121-127

2)Marcocci L, PackerL, Droy-Lefaix MT, et al. Antioxidantaction of Ginkgo biloba extractEGb761. Methods Enzymol 1994;234:462-475.

3)MaitraI, Marcocci L, Droy-Lefaix MT, PackerL. Peroxyl radical scavenging activity of Ginkgo biloba extractEGb761. Biochem Pharmacol 1995;49:1649-1655.

4)Mith PF, Maclennan K, Darlington CL. The neuroprotective properties of the Ginkgo biloba leaf: a review of the possible relationship to platelet-activating factor (PAF). J Ethnopharmacol 1996;50:131-139.

5)Klein J, Chatterjee SS, Loffelholz K. Phospholipid breakdown and choline release under hypoxic conditions: inhibition by bilobalide, a constituent of Ginkgo biloba. Brain Res 1997;755:347-350.

6)Runello N, Racagni G, Clostre F, et al. Effects of an extract  of Ginkgo biloba on noradrenergic systems of rat cerebral cortex. Pharmacol Res Commun 1985;17:1063-1072.

Alfa-chetoglutarato
Supporta la funzionalità dei tessuti

Alfa-chetoglutarato (AKG) è un elemento intermedio del ciclo di Krebs, pathway biologico focale per l’equilibrio energetico ATP-ADP all'interno della cellula.
Per la sua centralità nei meccanismi cellulari, la presenza della molecola alle giuste dosi nell'organismo è particolarmente importante ed influisce sulla buona sintesi e funzionalità di tessuti quali osso, muscolo e ovviamente cervello.

Riferimenti Bibliografici

1)Tulsawani RK, Debnath M, Pant SC et al (2005) Effect of sub-acute oral cyanide administration in rats: protective efficacy of alphaketoglutarate and sodium thiosulfate. Chem-BiolInteract

2)Cynober, L. Ornithine alpha-ketoglutarate as a potent precursor of arginine and nitric oxide: a new job for an old friend. J.Nutr. 2004;134(10 Suppl):2858S-2862S

3)Debout, J., Salvetti, B., and Krivosic-Horber, R. [A controlledtrial of ornithinealpha-ketoglutaratein neuro-traumatology]. Cah.Anesthesiol. 1986;34(6):501-504

4)Cynober, L., Vaubourdolle, M., Dore, A., and Giboudeau, J. Kineticsand metabolic effects of orally administered ornithine alpha-ketoglutarate in healthy subjects fed with a standardized regimen. Am.J.Clin.Nutr. 1984;39(4):514-519

mio-inositolo
Contro il deterioramento delle funzioni cerebrali

L’inositolo è un composto con struttura simile al glucosio che si trova in diversi alimenti. Poiché coinvolto in numerosi processi biochimici fisiologici, la sua supplementazione risulta utile per il buon funzionamento di diversi distretti corporei, tra cui spicca il sistema nervoso centrale.
La forma utilizzata in ZAZZ è l’isomero di mio-inositolo, selezionato sulla base di studi di letteratura che dimostrano la sua capacità di preservare il tessuto cerebrale. È dimostrato come le concentrazioni di mio-inositolo nel cervello migliorino la salute del tessuto, prevenendo la degenerazione neurovegetativa.

Riferimenti Bibliografici

1)Benjamin J, Levine J, Fux M, et al. Double-blind, placebo-controlled, crossover trial of inositol treatment for panic disorder. AmJ Psychiatry1995;152:1084-6.

2)Palatnik A, Frolov K, Fux M, Benjamin J. Double-blind, controlled, crossover trial of inositol versus fluvoxamine for the treatment of panic disorder. J Clin Psychopharmacol 2001;21:335-9.

3)Benjamin J, Agam G, Levine J, et al. Inositol treatment in psychiatry. Psychopharmacol Bull 1995;31:167-75.

4)Shaldubina A, StahlZ, Furszpan M, et al. Inositol deficiency diet and lithium effects. Bipolar Disord 2006;8:152-9

5)Mukai T, Kishi T, MatsudaY, IwataN. A meta-analysis of inositol for depression and anxiety disorders. Hum Psychopharmacol 2014;29(1):55-63.

Un dolcificante "sano" 

Una scelta gustosa adatta a chiunque. Molto naturale rispetto alla tradizionale canna da zucchero o agli edulcoranti di sintesi disponibili sul mercato, lo zucchero d’acero è un prodotto a basso indice glicemico. Per questo influenza lo zucchero nel sangue in misura molto minore rispetto agli altri zuccheri.

Informazioni nutrizionali

Informazioni nutrizionali ingredienti ZAZZ

ZAZZ è incluso nel Registro degli integratori del Ministero della salute con codice 126851.

__CONFIG_colors_palette__{"active_palette":0,"config":{"colors":{"1f8da":{"name":"Main Accent","parent":-1}},"gradients":[]},"palettes":[{"name":"Default Palette","value":{"colors":{"1f8da":{"val":"rgb(245, 245, 245)","hsl":{"h":0,"s":0.01,"l":0.96}}},"gradients":[]},"original":{"colors":{"1f8da":{"val":"rgb(19, 114, 211)","hsl":{"h":210,"s":0.83,"l":0.45}}},"gradients":[]}}]}__CONFIG_colors_palette__
Visita il nostro negozio